Ultimi articoli pubblicati
L'unione civile
La disciplina delle unioni civili e delle convivenze di fatto conosciuta come DDL Cirinnà dal cognome della Senatrice prima firmataria della legge, è stata approvata al Senato in data 26 febbraio 2016 ed alla Camera in data 11 maggio 2016, pubblicata come Legge 20 maggio 2016 n, 76 “Regolamentaz... continua a leggere
Attività e funzioni dei consolati italiani all’estero
I cittadini italiani, che sono residenti all’estero o che comunque si trovano occasionalmente su di un territorio straniero per poter registrare gli eventi che accadono fuori dall’Italia si avvalgono dei poteri e delle funzioni dei consolati italiani all’estero. ... continua a leggere
Le condizioni per l’espatrio dei soggetti incapaci di agire o vulnerabili
  Il DPR  6 agosto 1974, n. 649 ha stabilito la “Disciplina dell'uso della carta d'identità e degli altri documenti equipollenti al passaporto ai fini dell'espatrio”, richiamando, ai fini attuativi, le disposizioni di cui alla legge 21 novembre 1967, n. 1185 che detta le “Norme sui passapo... continua a leggere
L’iscrizione anagrafica dei "senza fissa dimora"
Nell’attuale contesto sociale, nel quale per molte persone sussiste una precarietà alloggiativa o, peggio, l’assoluta mancanza di un’abitazione,  si pone il problema dell’iscrizione anagrafica, che è subordinata alla dimora abituale in un determinato luogo.L’esigenza è molto avvertita ... continua a leggere
Il procedimento anagrafico del trasferimento di residenza
Dall’art. 97 della Costituzione discendono i principi di legalità,  buon andamento e imparzialità,  cui deve ispirarsi l’azione della Pubblica Amministrazione, intesa nella sua più ampia accezione.La legge n. 241/1990 ne ha dato attuazione, stabilendo diritti e doveri di tutte le parti coin... continua a leggere
Innovato il regime sanzionatorio in anagrafe
L’art. 1, commi 242 e 243, della legge n. 213/2023 (legge di bilancio 2024) ha inasprito il regime sanzionatorio anagrafico, prevedendo un aumento degli importi prestabiliti e nuove fattispecie di violazioni.Esso obbliga gli ufficiali d’anagrafe a comminare sanzioni ai soggetti aventi obblighi a... continua a leggere
La trascrizione degli atti formati all'estero di cittadini italiani
Gli eventi della vita di un cittadino italiano possono essere registrati in un paese straniero dove si verificano, ma affinché possano essere opponibili a terzi, in base all'ordinamento italiano, devono essere trascritti nei registri di stato civile. ... continua a leggere
La cancellazione anagrafica per irreperibilità: modalità ed effetti
Tra i vari procedimenti di cancellazione anagrafica, previsti dal DPR 223/1989, assume particolare rilevanza quello istruito nell’ipotesi di scomparsa di una persona, in assenza di notizie circa la sua nuova dimora abituale.Il procedimento di cancellazione per irreperibilità deve essere attivato ... continua a leggere
Il matrimonio concordatario: il matrimonio religioso avente effetti civili
Oggi in Italia sono regolamentate tre forme o riti di celebrazione del matrimonio differenti tutte con effetti civili:   a) il matrimonio civile, celebrato in comune dal sindaco in qualità di ufficiale di stato civile o da un suo delegato, disciplinato dal Codice civile e dal DPR n. 396/2000;b) ... continua a leggere
Il cambiamento del cognome “per legge” successivo alla nascita
Il cambiamento del cognome nel corso della vita di una persona, può avvenire per legge automaticamente a seguito di alcuni eventi come ad esempio il riconoscimento di filiazione successivo alla nascita oppure a seguito di adozione, o ancora perché il genitore dal quale aveva derivato il cognome, l... continua a leggere
Le autentiche “speciali”, al di fuori dell’ambito disciplinato dal DPR 445/2000
Il DPR 445/2000 consente al funzionario incaricato dal Sindaco di autenticare le firme apposte su atti e dichiarazioni inerenti esclusivamente all’ambito amministrativo.Peraltro, alcune norme contenute il leggi “speciali” abilitano lo stesso funzionario comunale, in deroga al suddetto principi... continua a leggere
Il cognome attribuito alla nascita a cittadino italiano ed a cittadino straniero
Il nome costituisce un elemento identificativo del soggetto che lo distingue dagli altri componenti della famiglia, mentre il cognome consente la distinzione di un individuo nell’ambito sociale rispetto alle altre famiglie.    Il riconoscimento al cognome è di fondamentale importanza in quant... continua a leggere
L’autenticazione di sottoscrizioni
Il DPR 445/2000 ha introdotto ulteriori semplificazioni in materia di documentazione amministrativa, riducendo notevolmente il ricorso all’autenticazione delle sottoscrizioni di istanze e dichiarazioni e modificando le modalità autenticative. Nel contempo, ha ampliato il novero dei destinatari e ... continua a leggere
Principi e finalità della carta d’identità
La carta d‘identità, istituita per ragioni di pubblica sicurezza, nel corso degli anni è stata sempre più utilizzata in ambito privatistico e per altre finalità, come mezzo identificativo per eccellenza e documento abilitante all’espatr... continua a leggere
L'attribuzione del nome alla nascita di cittadino italiano
Nel nostro ordinamento il diritto al nome rappresenta un fondamentale segno distintivo dell’identità personale, e quindi appartiene a quei diritti, definiti “inviolabili”, protetti dalla nostra Costituzione (art. 2 Cost.), la quale sancisce la difesa del nome stesso in quanto nessuno può ess... continua a leggere
Le cancellazioni dall’anagrafe della popolazione residente
L’anagrafe della popolazione residente, quale raccolta sistematica delle posizioni relative a singole persone, famiglie o convivenze in essa iscritte, presuppone un continuo aggiornamento delle “entrate” ed “uscite” ovvero delle iscrizioni e cancellazioni.In tale ottica, prevalentemente st... continua a leggere
Il riacquisto della cittadinanza italiana da parte degli ex connazionali
Prima dell'attuale legislazione sulla cittadinanza, la legge n. 555/1912, che ha regolamentato la cittadinanza fino al 15/08/1992, prevedeva che il cittadino italiano che avesse acquistato volontariamente la cittadinanza di un paese straniero perdeva quella italiana (art. 8, legge 13 giugno 1912, n.... continua a leggere
Le iscrizioni anagrafiche
Ferma restando l’iscrizione anagrafica del neonato, che avviene a seguito della registrazione dell’atto di nascita, la stessa iscrizione normalmente presuppone una manifestazione di volontà del soggetto ed il verificarsi di un determinato stato di fatto, costituito dall’effettiva dimora abitu... continua a leggere
Casi ricorrenti e controversi in materia di imposta di bollo
Nel dare seguito alla elencazione descrittiva delle norme vigenti che dispongono l’esenzione dall’imposta di bollo, sono riportate le fattispecie più ricorrenti che si presentano agli operatori dei Servizi Demografici con alcune considerazioni di merito, supportate da pareri degli organi deputa... continua a leggere
Atti esenti dall’imposta di bollo nell’ambito dei Servizi Demografici
I certificati rilasciati da pubblici  ufficiali e, in genere, tutti gli atti emessi dai Comuni sono normalmente assoggettati all’imposta di bollo ai sensi dell’arti. 1, comma 1 e art.  4, comma 1, Tariffa, allegato A, parte prima, al  D.P.R.  26 ottobre 1972, n. 642,  fatte salve esplicite ... continua a leggere
La residenza negli “alloggi” precari
La residenza può essere riconosciuta al richiedente, italiano o straniero, anche in una struttura alloggiativa precaria, ferma restando la sua dimora abituale in essa.Tale struttura, qualora sia mobile e quindi soggetta a spostamenti continui, come il camper o la roulotte, deve essere posizionata i... continua a leggere